Come piantare e coltivare il prato in giardino

Foto prato

Per creare un manto erboso che copra in modo uniforme e compatto il terreno del nostro giardino, è necessario provvedere alla semina e alla coltura del prato. La scelta dei semi, la tempistica corretta, la preparazione del terreno e l’irrigazione sono passaggi fondamentali per ottenere un ottimo risultato. Non è tuttavia necessario l’intervento del giardiniere per effettuare questa operazione: con un po’ di pazienza possiamo provvedere a rendere il nostro giardino un angolo di natura fresco e verde.
È fondamentale sapere che la semina deve avvenire in primavera o autunno, cioè in quei periodi dell’anno in cui la temperatura mite e l’umidità favoriscono la germinazione dei semi.
Consigliamo tuttavia il periodo autunnale (settembre/ottobre) in quanto le piante infestanti saranno germogliate già durante l’estate e in autunno non sono più una minaccia per il nostro terreno.

Come fare
Difficolta': Difficile

Necessario

  • Miscuglio di semi (in base all’utilizzo del prato)
  • Diserbante
  • Rastrello
  • Concime ricco di fosforo
  • Zappa
  • Sacchi di torba (in base alla grandezza del terreno)
  • Sacchi di Sabbia
  • Secchio
  • Vanga
  • Acqua

1 Rechiamoci presso un negozio specializzato nella vendita di prodotti per il giardinaggio: compriamo i semi per piantare il nostro prato.
Esistono miscugli già pronti; in ogni caso possiamo chiedere consiglio al negoziante per scegliere la tipologia di semi più idonea, in base al clima locale e alla destinazione del prato.

2 Prepariamo il terreno: con una zappa eliminiamo le erbacce e i sassi e lavoriamo il terreno per circa 20 cm di profondità. Per semplificare l’eliminazione delle erbacce o piante infestanti, possiamo utilizzare un diserbante: seguiamo attentamente le istruzioni e prendiamo le giuste precauzioni. Stiamo anche attenti a non farlo entrare in contatto con le piante che sono già presenti nel terreno, che ne risentirebbero.
Calcoliamo che l’azione del diserbante si esaurisce in circa un mese: quindi calcoliamo bene i tempi per non effettuare la semina del prato in un periodo sbagliato.

3 Quando il diserbante ha fatto effetto, con la zappa e il rastrello eliminiamo tutte le scorie dal terreno.

4 Aggiungiamo al terreno un miscuglio di torba e sabbia e un concime ricco di fosforo. Lavoriamo il terreno con la zappa e livelliamo con un rastrello.
Innaffiamo il terreno.

5 Prendiamo i semi: la quantità corretta per m² di terreno è indicata nella confezione.
Tuttavia regoliamoci con una quantità approssimativa di 40 g. per m².

6 Prendiamo un secchio e mescoliamo la quantità utile di semi con della sabbia: spargere a mano i semi sarà più semplice. Cerchiamo di ricoprire tutte le zone.

7 Ricopriamo il terreno seminato con un sottile strato di torba e livelliamo con una vanga, in modo da compattare i semi al terreno.

8 Innaffiamo e continuiamo a irrigare regolarmente ogni giorno con un leggero getto d’acqua per creare un ambiente umido adatto alla germinazione dei semi.
In questa fase,evitiamo di calpestare il terreno.

9 Dopo circa 20/30 giorni vedremo spuntare i primi fili d’erba.

10 Quando il prato avrà raggiunto circa 10 cm potremo provvedere al primo taglio per regolare l’altezza.








Letto 1552 volte!
Avatar dell'user caterina
Inviato da caterina il 14-04-10

Guadagna anche tu su ComeFare.it!
Proprio come questo autore, potresti iniziare da subito a guadagnare scrivendo su ComeFare.it. Registrarsi e' veloce, facile e gratis!

REGISTRATI ADESSO!