Come conservare correttamente gli alimenti

Immagine come fare

La conservazione corretta degli alimenti è fondamentale per mantenerne la freschezza, ma soprattutto garantirne l’igiene, fattore fondamentale visto che dobbiamo ingerirli. Usare i materiali idonei per conservare e proteggere i diversi tipi di alimenti contribuirà anche a evitare che gli odori e i sapori di un cibo contaminino gli altri o che si formino muffe o contaminazioni batteriche, che rovinano il cibo e sono dannose per la salute.
Ma come scegliere i giusti imballaggi? Quali sono più adatti al frigorifero e quali al freezer? Quali alimenti è opportuno che siano riposti in frigorifero e quali no? Premesso che il vetro è il materiale per eccellenza adatto a conservare gli alimenti, è anche vero che riempire il frigorifero o il congelatore di contenitori di questo materiale può risultare poco pratico. Inoltre il rischio che cadendo si rompa e che quindi renda immangiabile il suo contenuto è abbastanza concreto. Dunque utilizziamo sacchetti di plastica o pellicola trasparente, fogli di alluminio o carta, e scegliamo in base al tipo di alimento che dobbiamo conservare. Potremo così proteggerlo e mantenerne la freschezza.
Vediamo nel dettaglio le caratteristiche di questi materiali e come utilizzarli correttamente.

Come fare
Difficolta': Facile

Necessario

  • Sacchetti di plastica
  • Pellicola trasparente
  • Fogli di alluminio
  • Carta per alimenti
  • Contenitori in vetro
  • Contenitori in plastica

1 I SACCHETTI DI PLASTICA per alimenti, sono particolarmente indicati per conservare in frigorifero le verdure già ripulite e lavate. Sono consigliabili in questo senso quelli traspiranti, dotati di microfori che consentono la giusta traspirazione. I vegetali tendono infatti a produrre dei gas, che se ristagnano li fanno marcire.
Questi stessi sacchetti sono però sconsigliati per conservare le verdure dentro il freezer: è opportuno usare pellicole più spesse e resistenti al ghiaccio.

2 La PELLICOLA TRASPARENTE è un materiale piuttosto versatile e idoneo per coprire e conservare vari tipi di alimenti, dal burro ai formaggi, fino agli affettati. La pellicola infatti non assorbe i grassi e impedisce all’aria di venire a contatto con il cibo. Tuttavia dobbiamo assolutamente controllare che la pellicola che acquistiamo sia destinata agli alimenti: sulla confezione deve essere presente per legge il simbolo di una forchetta e un bicchiere, indicatori dell’idoneità della pellicola a scopi alimentari.

3 La pellicola trasparente può essere utilizzata per conservare: burro (in alternativa usiamo un contenitore di plastica o vetro scuro; yogurt (dopo che il barattolo è stato aperto, se non abbiamo consumato tutto lo yogurt, ricopriamolo con un po’ di pellicola trasparente); formaggi freschi e affettati (si impedirà che questi alimenti, facilmente deteriorabili, vengano a contatto con l’aria e sviluppino muffe), carne cruda da congelare in freezer.

4 I FOGLI DI ALLUMINIO sono utili e ideali per proteggere gli alimenti grassi che alla luce si ossidano, come ad esempio l’olio. Resistenti alle basse come alle alte temperature, possiamo utilizzare i fogli d’alluminio per conservare gli alimenti in freezer che per la cottura in forno (basti pensare alle comode teglie in alluminio usa&getta). Tuttavia l’alluminio si rovina se viene a contatto con alimenti molto salati o troppo acidi.

5 I fogli di alluminio sono ideali per conservare i seguenti alimenti: formaggi stagionati (avvolti in alluminio e poi riposti in un contenitore richiudibile); carne cruda fresca (teniamola in frigorifero al massimo due giorni, dopo va consumata).

6 La CARTA PER ALIMENTI è particolarmente adatta per conservare i cibi freschi a breve scadenza. Carne, formaggio, affettati… Quando andiamo dal nostro salumiere o macellaio di fiducia diciamogli che preferiamo la carta ai contenitori di plastica o polistirolo. Potremo infatti conservare gli alimenti direttamente in frigorifero con quella stessa carta.

7 La carta per alimenti è adatta per proteggere e conservare: carne cruda fresca (teniamola in frigorifero al massimo due giorni, dopo va consumata); salumi e affettati vari; formaggi freschi o stagionati. Naturalmente accertiamoci di richiudere e avvolgere perfettamente il foglio di carta intorno all’alimento, altrimenti non svolgerà la sua essenziale funzione protettiva.

8 Il VETRO è sicuramente un materiale che si presta perfettamente alla conservazione di alimenti solidi e liquidi: inodore, insapore e altamente igienico, si adatta a qualunque cibo. Tuttavia riempire il frigorifero o il freezer di contenitori e barattoli di vetro significa che riempire tutto lo spazio disponibile e comunque se dovesse mai cadere, dovremmo dire addio non solo al contenitore ma soprattutto al suo contenuto.

9 Indispensabile però per conservare alcuni alimenti, usiamo il vetro in questi casi: latte (dopo che apriamo il cartone di latte in tetrapak o in bottiglia di plastica, se non lo consumiamo tutto, riversiamo il latte rimanente dentro una bottiglia di vetro che conserveremo in frigorifero ben chiusa); cipolle tagliate (poniamole dentro dei barattoli di vetro dotati di coperchio, e mettiamoli in frigorifero: eviteremo che l’odore della cipolla aggredisca gli altri alimenti); salse, sughi o brodo (conserviamoli dentro un contenitore in vetro dotato di coperchio. Potremo conservarli in frigorifero per circa 2 – 3 giorni evitando che vadano a male); cibi avanzati (dentro un contenitore chiuso con coperchio possiamo conservarli in frigorifero al massimo due giorni).

10 Il pesce ha un odore forte che si diffonde nel frigorifero e impregna di sé tutti gli altri alimenti. Si consiglia dunque di conservarlo, già pulito ed eviscerato, dentro un apposito contenitore in vetro o plastica, dotato di coperchio. In ogni caso, il pesce va consumato fresco e non dobbiamo lasciarlo in frigorifero per più di un giorno.

11 La pasta o il riso crudo va conservato dentro i contenitori in plastica dotati di coperchio. Ne esistono in commercio di vari formati per tutte le esigenze di spazio e di formato di pasta. Eviteremo così che l’umidità la rovini, e che i tipici insetti delle derrate infestino le nostre dispense.

12 Frutta e pomodori non vanno conservati in frigorifero, ma in un luogo fresco della casa. Non è necessario coprirli e imballarli.


Consigli, avvertimenti e risorse utili

- Consigli

  • Esistono in commercio i contenitori per alimenti che creano il sottovuoto: ideali per conservare gli alimenti e mantenerne la freschezza sia dentro il congelatore che da usare in microonde.








Letto 672 volte!
Avatar dell'user caterina
Inviato da caterina il 24-11-10

Guadagna anche tu su ComeFare.it!
Proprio come questo autore, potresti iniziare da subito a guadagnare scrivendo su ComeFare.it. Registrarsi e' veloce, facile e gratis!

REGISTRATI ADESSO!