Come fare in caso di malasanità

Come fare in caso di malasanità

Può accadere di rimanere vittime della malasanità e di dover richiedere, quindi, il risarcimento dei danni subiti. Ecco allora qualche utile indicazione per affrontare questa spiacevole circostanza.

Come fare
Difficolta': Facile

1 Gli episodi di malasanità sono purtroppo una triste realtà che dà luogo, sovente, alla richiesta di risarcimento danni.
A questo proposito è bene sapere che la colpa medica si ravvisa quando un sanitario per negligenza, imprudenza, imperizia o inosservanza delle norme o dei regolamenti nell'esercizio della sua professione provoca la morte del paziente oppure danni fisici o psichici. La colpa medica, però, non è scontata e deve essere dimostrata dal proprio legale e dal perito di parte (medico legale) mediante le opportune prove.

2 In caso di malasanità la prima cosa da fare è quella di valutare bene se è il caso o meno di intentare una causa proprio per evitare perdite di tempo e denaro. Se poi si è intenzionati a richiedere il risarcimento dei danni è necessario iniziare la causa al più presto, entro un anno dall'accaduto e al massimo entro un anno e mezzo, anche per evitare la prescrizione.

3 Quindi raccogliere scrupolosamente tutta la documentazione necessaria, cioè cartelle cliniche, esami, ricette, certificati, diagnosi e quant'altro e sottoporla al proprio legale di fiducia.

4 La scelta del tipo di causa, cioè civile o penale oppure entrambe, spetta all'avvocato il quale, dopo aver esaminato la documentazione ed essersi consultato con il medico legale, valuta quella che è più opportuno intraprendere.








Letto 31 volte!
Avatar dell'user Sabrina
Inviato da Sabrina il 04-03-12

Guadagna anche tu su ComeFare.it!
Proprio come questo autore, potresti iniziare da subito a guadagnare scrivendo su ComeFare.it. Registrarsi e' veloce, facile e gratis!

REGISTRATI ADESSO!